minimizza
Il Gioco di Pinocchio
Introduzione     |   La codifica      |

L'ipertesto

Per quanto riguarda la visualizzazione del testo in rete, si è cercato di operare delle scelte visive che mettessero in evidenza gli elementi fondamentali della marcatura.

Sono state inserite due differenti visualizzazioni del testo, una che presenta la suddivisione in sequenze, numerate e titolate, in cui sono state inserite le illustrazioni realizzate da Enrico Mazzanti, l’altra che presenta invece quella in capitoli, e i disegni realizzati da Carlo Chiostri per l’edizione del 1901, ricollocati, per quanto è stato possibile, nella loro posizione originaria. L’inserimento di opportuni rimandi ipertestuali garantisce una fruizione parallela e incrociata delle due visualizzazioni. I rimandi ipertestuali sono contraddistinti dalla sottolineatura, che cambia colora al passaggio del mouse.

Le indicazioni di tempo sono state evidenziate in rosso, e andando sopra col cursore è possibile visualizzare le informazioni principali di situazione e durata.

Tutti i luoghi, comprese le loro perifrasi, sono stati evidenziati in blu; è possibile, anche in questo caso, visualizzare l’informazione relativa, riguardante le categorie di interno, esterno e spazi liminari.

Tutti i personaggi, comprese le loro perifrasi, sono stati evidenziati in verde; come negli altri due casi, andando su col cursore è possibile visualizzare l’eventuale regolarizzazione del nome e la categoria di funzione. Se i personaggi costituiscono un gruppo, appare anche un triangolino arancione: le regolarizzazzioni dei due personaggi compariranno una passando sul testo, l’altra sul triangolino.

Inoltre, nei momenti topici del testo, sono state inserite delle immagini tratte dalle principali edizioni illustrate di Pinocchio: una piccola icona blu, al passaggio del mouse ne indica l’autore e, se cliccata, apre l’immagine.

Nome utente:
Password:

Registrati


Informatica Umanistica

Università di Pisa